Seleziona una pagina

Passaggi chiave e complessità in uno degli aspetti più importanti per una corretta gestione aziendale

L’analisi della performance aziendale è un processo essenziale per il successo e la sostenibilità di qualsiasi impresa e, sia chiaro fin da subito, si tratta di un concetto va ben oltre la semplice valutazione di ricavi, costi e guadagni finali.

È molto di più di tutto questo: è un’indagine approfondita di tutti i processi aziendali che si svolge attraverso il cosiddetto controllo di gestione, con l’obiettivo di comprendere come ogni componente contribuisca al risultato complessivo.

È importante evidenziare che il controllo di gestione costituisce un’attività estremamente complessa, consistente nell’esame di numerosi dettagli, spesso decisamente difficili da valutare e correlare tra loro, data anche la necessità di considerare una molteplicità di fattori interconnessi che, nel loro insieme, influenzano la performance aziendale.

Va da sé che un tale livello di complessità può essere gestito efficacemente solo tramite il lavoro di professionisti in ambito di consulenza per le aziende e l’adozione di strumenti e metodologie avanzate.

Leggi anche: Per pagare meno tasse è meglio una S.N.C. o una S.A.S.?

Ecco in cosa consiste il controllo di gestione

Il controllo di gestione, come accennato, è un elemento cruciale per qualsiasi organizzazione che desideri mantenere una visione chiara e precisa della propria efficienza operativa e della propria redditività.

Nello specifico, consiste nella raccolta sistematica, nell’analisi e nell’interpretazione dei dati relativi ai vari aspetti della gestione aziendale, al fine di supportare il processo decisionale, articolandosi attraverso i seguenti passaggi.

La raccolta dei dati

La fase iniziale del controllo di gestione prevede la raccolta di una vasta gamma di dati che includono informazioni finanziarie come ricavi, costi e profitti, ma anche dati operativi relativi alla produzione, alla logistica, alle vendite e al personale. È fondamentale che i dati siano accurati e aggiornati, poiché la loro affidabilità è essenziale per una corretta analisi. Le fonti di questi dati possono essere diverse, tra cui sistemi ERP (Enterprise Resource Planning), software di contabilità, CRM (Customer Relationship Management) e altri strumenti gestionali.

L’analisi dei dati

Una volta raccolti, i dati vengono analizzati per identificare tendenze, inefficienze e opportunità di miglioramento. Questa analisi può includere il calcolo di indicatori chiave di performance (KPI) come il ROI (Return on Investment), il margine di profitto, il tasso di rotazione delle scorte e molti altri.

Un’analisi approfondita in questa fase permette di comprendere quali aree dell’azienda stanno funzionando bene e quali necessitano di interventi correttivi. Ad esempio, se si rileva che i costi di produzione stanno aumentando senza un corrispondente aumento delle vendite, potrebbe essere necessario indagare sulle cause e implementare misure per ridurre i costi e/o aumentare i ricavi.

L’Interpretazione dei dati

L’interpretazione dei dati è una fase critica del controllo di gestione. Non si tratta solo di leggere i numeri, ma di capire cosa essi significano nel contesto specifico dell’azienda, il che richiede una comprensione approfondita del settore in cui l’azienda opera, delle dinamiche del mercato e dei fattori esterni che possono influenzare le performance aziendali.

In base a quanto spiegato in precedenza, è facile comprendere quanto questa sia forse la fase più delicata di tutto il processo in quanto, senza una solida base teorica e una lunga esperienza alle spalle, il rischio di interpretazioni non esatte può essere molto alto e comportare errori durante gli interventi di correzione della gestione aziendale.

Supporto al processo decisionale

Il lavoro svolto in tutti i passaggi precedenti si concretizza con l’utilizzo dei dati e delle analisi per prendere decisioni informate su una vasta gamma di questioni, tra cui l’allocazione delle risorse, la pianificazione strategica, la definizione dei prezzi e la gestione dei costi.

In questa fase, insomma, i manager, assistiti da specialisti nella consulenza aziendale, sono in grado di agire chirurgicamente sulle criticità emerse per eseguire interventi correttivi laddove ce ne sia bisogno e, più in generale, per ottimizzare la gestione dell’impresa.

Ad esempio, se l’analisi dei dati mostra che una particolare linea di prodotti è altamente redditizia, l’azienda potrebbe decidere di investire di più in quella linea, aumentando la produzione o espandendo il marketing. Al contrario, se una linea di prodotti è in perdita, l’organizzazione avrebbe l’opportunità di interromperla o di modificarla per migliorarne la redditività.

Consulente aziendale impegnato nel controllo di gestione | Diventa Impresa

La centralità del controllo di gestione: un case study

Adesso, vorrei raccontarti, tramite il caso pratico di un nostro cliente, qual è il potenziale del controllo di gestione per una corretta gestione d’impresa mirata a prendere decisioni indirizzate alla massima efficienza.

Uno dei nostri clienti, con cinque business unit all’interno della sua attività, si trovava di fronte a una situazione non del tutto rosea: due di queste unità erano in perdita. E, per giunta, lui stava per investire 200.000€ proprio in una di queste!

Grazie al nostro sistema di controllo di gestione, siamo stati in grado di tracciare con precisione l’andamento di ciascuna unità. Quando abbiamo presentato i dati, è emerso chiaramente che l’unità in questione era in perdita e che investire ulteriormente avrebbe solo peggiorato la situazione complessiva dell’azienda.

D’altra parte, il cliente aveva intenzione di investire anche in un’altra business unit che era redditizia. Il problema è che l’investimento previsto avrebbe comportato una perdita temporanea e la necessità di acquisire molti più clienti per ottenere il ritorno desiderato.

Insomma, si trovava di fronte all’incertezza se, come dice l’adagio, “il gioco vale la candela”.

Dopo un’analisi approfondita, abbiamo concluso che l’investimento aveva senso, purché la business unit si strutturasse adeguatamente e aumentasse la propria capacità operativa, ed ecco che questa operazione ha acquisito un senso pratico e funzionale per l’azienda. A quel punto il focus del nostro intervento potè essere direzionato sul lato pratico, cioè sull’ottimizzazione dei processi interni relativi alle operazioni coinvolte in quella particolare business unit, al fine di rendere l’investimento redditizio. Senza questo passaggio, infatti, l’investimento stesso non avrebbe dato i potenziali frutti emersi durante l’analisi da noi eseguita e sarebbe rimasto profittevole solo sulla carta.

Questi esempi dimostrano come il controllo di gestione sia essenziale per prendere decisioni informate. La nostra consulenza ha permesso al cliente di evitare perdite inutili e di pianificare investimenti strategici con una chiara direzione basata sui dati.

Leggi anche: Ti chiedi come pagare meno tasse con una S.r.l.? Non ti stai facendo le giuste domande

In conclusione

L’analisi della performance aziendale attraverso il controllo di gestione non è solo un compito necessario, ma è cruciale per la sopravvivenza e la crescita di qualsiasi impresa. Senza una corretta analisi, basata su dati precisi e interpretazioni accurate, le decisioni manageriali rischiano di essere inefficaci o addirittura dannose. Tuttavia, data la complessità intrinseca di questo processo, tentare di svolgerlo senza l’assistenza di consulenti esperti può portare a errori gravi e costosi.

Affidarsi ai professionisti di Diventa Impresa, specializzati nella consulenza aziendale e nel controllo di gestione, significa garantire una gestione d’impresa informata e strategica, non basata su opinioni, ma su dati concreti e analisi rigorose.

Non lasciare che la tua azienda affronti i rischi di un’analisi approssimativa. Contattaci ora per scoprire come possiamo aiutarti a ottimizzare le performance della tua azienda e a prendere decisioni consapevoli e mirate.

Punti salienti

  • L’analisi della performance aziendale va ben oltre la valutazione di ricavi e costi, includendo un esame approfondito di tutti i processi aziendali per capire come ogni componente contribuisca al risultato complessivo. Questo è essenziale per il successo e la sostenibilità di un’impresa.
  • La raccolta di dati accurati e aggiornati è fondamentale. Questi dati, provenienti da diverse fonti come ERP, software di contabilità e CRM, vengono analizzati per identificare tendenze, inefficienze e opportunità di miglioramento, calcolando KPI come ROI e margine di profitto.
  • L’interpretazione dei dati richiede una comprensione approfondita del settore e delle dinamiche di mercato. Questa fase è critica, poiché senza una solida base teorica e una lunga esperienza, il rischio di interpretazioni errate è alto, compromettendo la gestione aziendale.
  • L’uso dei dati e delle analisi per prendere decisioni informate è cruciale. Questo include l’allocazione delle risorse, la pianificazione strategica e la gestione dei costi. Decisioni basate su dati concreti permettono di ottimizzare la gestione aziendale, come mostrato nell’esempio del case study.
  • La complessità del controllo di gestione richiede l’assistenza di professionisti. Affidarsi a consulenti esperti garantisce che le decisioni siano basate su dati concreti e analisi rigorose, evitando errori gravi e costosi. La consulenza professionale può ottimizzare le performance aziendali e garantire decisioni strategiche efficaci.

Domande & Risposte

Che cos’è l’analisi della performance aziendale?

L’analisi della performance aziendale è un processo essenziale per il successo e la sostenibilità di qualsiasi impresa e va ben oltre la semplice valutazione di ricavi, costi e guadagni finali. È un’indagine approfondita di tutti i processi aziendali attraverso il controllo di gestione, con l’obiettivo di comprendere come ogni componente contribuisca al risultato complessivo.

Quali sono i passaggi principali del controllo di gestione?

Il controllo di gestione si articola attraverso i seguenti passaggi: raccolta dei dati, analisi dei dati, interpretazione dei dati e supporto al processo decisionale. Questi passaggi permettono di avere una visione chiara e precisa dell’efficienza operativa e della redditività dell’azienda, consentendo di prendere decisioni informate.

Perché è importante affidarsi a consulenti esperti per il controllo di gestione?

La complessità del controllo di gestione richiede l’esame di numerosi dettagli e fattori interconnessi che influenzano la performance aziendale. Solo professionisti esperti possono gestire efficacemente questo livello di complessità, utilizzando strumenti e metodologie avanzate per garantire una corretta analisi e interpretazione dei dati. Affidarsi a consulenti esperti come quelli di Diventa Impresa permette di evitare errori costosi e di ottimizzare la gestione dell’impresa.